I cookie vengono utilizzati per la fornitura dei nostri servizi. Utilizzando il nostro sito web l’utente accetta al loro utilizzo.

Vespa

Adio, Vespa ani zincanta
ultim segn de gioventù
ti às trovà n’auter padron
forsi vita de aventure
vècle storie, novi amori
gioune bèle, col caschièt
che le monta a chiavalcioni
con le braghie mascoline
basta veste che svolazza
che tirava l'atenzion.
Troverasti tut cambià
Vespa antichia, Vespa cara
monti, val e la miscela
che adess l'è fata en chiasa
messedant òio e benzina
coi perzento a pressapoch.
Eres bèla e 'l bèl el resta
come semper ‘na scorlada
'n fil de gas e na peada
per tornar a sc-iopetar
a doi tempi, come 'n bòt.
 Vespa

Addio, Vespa anni cinquanta
ultimo segno di gioventù
tu hai trovato un altro padrone
forse vita di avventure
vecchie storie, nuovi amori
giovani belle, col caschetto
che salgon su a cavalcioni
con le brache mascoline
non più gonne che svolazzan
che attiravan l'attenzione.
Troverai tutto cambiato
Vespa antica, Vespa cara
monti, valli e la miscela
che adesso è fatta in casa
mescolando olio e benzina
coi percento a pressapoco.
Eri bella e il bello resta,
come sempre una scrollata
un filo di gas e una pedata
per tornare a scoppiettare
a due tempi, come allora.
© 2019 a cura di Gino Ruffini

Search