I cookie vengono utilizzati per la fornitura dei nostri servizi. Utilizzando il nostro sito web l’utente accetta al loro utilizzo.

Teremòt

Pensi a chél che è chiapità
a tut chél che ghién da veder
su 'sta Terra che ne porta
cant la scórla, la se sposta,
cant che grosta encontra grosta
e 'l mar schiavalchia 'l mont.
Forsi avis de la Natura
bòn de metter tuti en righia,
farne star coi pèi per tera
senza mai desmenteghiar
che sén chi per narnén prèst
che de nòs no ghién engot
da tegnir o  portar via.
No sén nanchia merchianzia,
sén 'na bufa gonfla d'aca
che 'l temp el sechierà.
Terremoto

Penso a ciò che è accaduto
a tutto quello che vedremo
su questa Terra che ci porta
quando trema e si sposta,
quando crosta incontra crosta
e il mare scavalca il monte.
Forse avviso della Natura
capace di mettere tutti in riga,
farci stare coi piedi per terra
senza mai dimenticare
che siam qui per andarcene presto,
che di nostro non abbiamo nulla
da tenere, da portar via.
Non siamo neanche mercanzia,
siamo otre gonfio d'acqua
che il tempo essicherà.
© 2019 a cura di Gino Ruffini

Search