I cookie vengono utilizzati per la fornitura dei nostri servizi. Utilizzando il nostro sito web l’utente accetta al loro utilizzo.

Radioamatori

I parla tant, per dirse casi 'ngot.
Enzita i dis de noi Radioamatori
i bontemponi 'n poch superficiai.
I ghià reson en parti 'sti criticoni,
de Radio solament poden discuter,
vietà parlar d'amor, spetegolar,
far propaganda pro o contra 'l partito,
se i te ciapa, scata la sanzion.
Regole giuste, guai se le manchias,
però me vèn la spizza, l'orticaria
se vedi 'n matelot col cellular
libero de trasmetter chél che 'l vol.
Noi Radioamatori per poder parlar
aven dovest passar prove de Stato,
emparar 'l Morse, batter telegrafia,
meter ensema, en gran circuiteria,
el Volt, con Watt e l'Ohm e l'impedenza,
per dirse casi 'ngot. Ghié vol pazienza.
Radioamatori

Parlano tanto, per dirsi quasi nulla.
Cosi dicon di noi Radioamatori
i buontemponi un poco superficiali.
Hanno ragione in parte questi criticoni
di Radio solamente possiam discutere,
vietato parlare d'amore, spettegolare,
far propaganda pro o conto il partito,
se ti sorprendono scatta la sanzione.
Regole giuste, guai se mancassero,
però mi viene prurito, l'orticaria
se vedo un ragazzino col cellulare
libero di trasmetter ciò che vuole.
Noi Radioamatori per poter parlare
abbiamo dovuto passare prove di Stato,
imparare il Morse, battere telegrafia,
mettere assieme, in gran circuiteria,
il Volt, col Watt e l'Ohm e l'impedenza,
per dirci quasi nulla. Ci vuol pazienza.
© 2019 a cura di Gino Ruffini

Search