I cookie vengono utilizzati per la fornitura dei nostri servizi. Utilizzando il nostro sito web l’utente accetta al loro utilizzo.

Mussa

Nó ghiè schiala de durezze
nó ghiè corde che le frenia
l'émpontarse de 'na mussa
en 'tél far chel che la vol.
La ghià el cor come 'na secla
la soporta sforz, dolori
e i pericoi de 'na vita
per servir söra i buróni
sia 'l padrón che i la governa
sia perfin chei pelandroni
che i se tachia a la so cóa
per nir för da chela lochia
endò i doveria restar.
De tut l'erba enzì la mussa
l'à emparà a far fassina
vòs per via dei paraocli
vòs perchè la só natura
ocasion nó la trascura
per speadar direta al cor.
Mula

Non v'è scala di durezze
non ci sono corde che frenano
l'impuntarsi di una mula
nel fare ciò che vuole.
Ha il cuor grande come secchia
sopporta sforzi, gran dolori
e i pericoli di una vita
per servire sopra i burroni
sia il padrone che la governa
sia perfino quei pelandroni
che si attaccano alla sua coda
per uscir fuori da quel limo
dove dovrebbero rimanere.
Di tutta l'erba così la mula
ha imparato a far fascina
sia per via del paraocchi
sia perché la sua natura
occasione non trascura
per scalciar diretta al cuore.
© 2019 a cura di Gino Ruffini

Search