I cookie vengono utilizzati per la fornitura dei nostri servizi. Utilizzando il nostro sito web l’utente accetta al loro utilizzo.

Luna d'Agost

Vegnes föra el dès de Agost
zalda, plena, luminosa
drio la cima de chel mont
che el disegna con le greste
el confin fra ziel e tera.
Sess en spegio per i amanti
che lontani i se strangossa.
Fas da lum ai grï che chianta
a le crïe che veglia o sogna
a chel besevì de n'Om
senza idee o fantasia
che el distrug la vecla Terra
e con ti no el parla pu.
Luna d'Agosto

Esci fuori il dieci Agosto         
gialla, piena, luminosa
dietro la cima di quel monte
che disegna con le creste
il confine fra cielo e terra.
Sei uno specchio per gli amanti
che si bramano lontani.
Fai da lume ai grilli che cantano
alle creature che vegliano o sognano
a quell'insipido d'un Uomo
senza idee o fantasia
che distrugge la vecchia Terra
e con te non parla più.
© 2019 a cura di Gino Ruffini

Search