I cookie vengono utilizzati per la fornitura dei nostri servizi. Utilizzando il nostro sito web l’utente accetta al loro utilizzo.

Brute parole

El me credia President
de la Chiamera 'taliana
no se ensegna che parole
ai putei che ven da föra
no se dà certe risposte
cando se ocupa chél schiagn.
Ai me tempi, ai Soi no sai
se badava a parlar ben
a no usar certe espression
le fa planger la Madona
la diseva la me nona
en 'tel farse en segn de Cros.
Mi no sai se ca parola
l'à fat plager chei Sussóra
forsi 'l  Ziél l'à perdonà
l'onorevol deputà
come President envezi
mi al so posto tremeria.
Penserossi già a l'Infern
a 'na pena longhia e grama:
mili ani en föch e flama.
Brutte parole

La mi creda Presidente
della Camera italiana
non si insegnan quelle parole
ai ragazzi che vengon da fuori
non si danno certe risposte
quando si occupa quello scranno.
Ai miei tempi, ai Suoi non so
si badava a parlar bene
a non dir certe espressioni
fanno pianger la Madonna
diceva la mia nonna
nel farsi il segno della croce.
Io non so se quella parola
abbia fatto pianger quelli Su sopra
forse il Cielo ha perdonato
l'onorevol Deputato
come Presidente invece
io, al Su posto, tremerei.
Penserei di già all'Inferno
a una pena lunga e grama:
mille anni, in fuoco e fiamma.
© 2018 a cura di Gino Ruffini

Search