I cookie vengono utilizzati per la fornitura dei nostri servizi. Utilizzando il nostro sito web l’utente accetta al loro utilizzo.

Berchet.it

El nos Web, l'èra al 'Berchet'
l'Internèt, chél banch de scòla  
la Mailbox,  ca crepa fonda
endò sconder bigliettini
che i parlava al nòs amor.
Pò 'l Web el s'è slarghià,
su al rifugio, 'n val dei sogni
su ai "Gemelli" color ziél
con chél disco che sonava
ca chianzon, ca melodia
che l' Destin  l'à portà via
con én sogn de gioventù.
Berchet.it

Il nostro Web era al Berchet
Internet, quel banco di scuola
la Mailbox, quella crepa profonda
dove nascondere bigliettini
che parlavano al nostro amore.
Poi il Web s'è allargato,
su al rifugio, in val dei sogni
su ai "Gemelli" color cielo
con quel disco che suonava
quella canzone, quella melodia
che il Destino ha portato via
con un sogno di gioventù.
© 2018 a cura di Gino Ruffini

Search